Storia


Nato con il Seminario Vescovile nel 1705, il nucleo originario della Biblioteca diocesana corrisponde al fondo librario del Seminario stesso, istituito dall’allora Vescovo mons. Andrea Ariano.

Nel corso dei secoli, il fondo librario si è andato arricchendo, e a volte impoverendo, per il trasferimento del Seminario da Palazzo Volponi al Carmine.

Fu solo negli anni ’60 che si aprì al pubblico la prima sala della Biblioteca del Seminario. La sala di lettura prese il nome di Biblioteca popolare “San Pio X”: si trattava di una biblioteca per il popolo.

bibblioteca stilizzata storia
DSC 0466
Copyright Domenico Lullo

Mission


Libri e persone
al servizio dell’uomo

Consapevole del proprio ruolo di custode di un cospicuo patrimonio culturale e storico acquisito, incrementato e conservato nel tempo, la Biblioteca diocesana intende assicurare a tutti un libero ed equo accesso alle informazioni e alle idee.

Con il suo patrimonio, i suoi servizi tradizionali e innovativi intende essere per la comunità uno strumento privilegiato per la crescita umana e spirituale, per costruire una società più rispettosa della persona e dei valori di bellezza, cultura, libertà e giustizia.

icona libro rosso

Servizi


La Biblioteca diocesana mette a disposizione diversi servizi per consentire un libero accesso ai suoi spazi e al suo patrimonio librario.

DSC 0384
Copyright Domenico Lullo
ARCHIVIO 1

Archivio diocesano “San Luca Evangelista”

Scopri l’Archivio storico diocesano e tutte le informazioni utili per accedere al suo patrimonio culturale e storico.